Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l' INFORMATIVA ESTESA.

valversa.it

Benvenuti nella valle dal ritmo frizzante

I nostri  comuni

BOSNASC0 BRONI CANNETO PAVESE CASTANA CANEVINO GOLFERENZO MONTESCANO •  MONTU' BECCARIA MONTECALVO VERSIGGIA PORTALBERA

ROVESCALA RUINO SAN DAMIANO AL COLLE STRADELLA SANTA M. DELLA VERSA •  VOLPARA ZENEVREDO

Altre località  interessanti

MONTARCO DONELASCO PIZZOFREDDO • SORIASCO SANNAZZARO

HOME COMUNI 

itenfrdeptrues

 
Foto Recenti
Foto Storiche

 

Tradizioni - Curiosità - Storia


CANNETO è di origini molto antiche,la prima fonte scritta, del 1198, parla del borgo di “Caneto” che era il nome della parrocchia ma non del Comune ,dal dodicesimo al quindicesimo secolo appartenne alla famiglia dei Gabbi, che gli diedero vari nomi come “Monte Acutello dè Gabbi” o “Montù dè Gabbi”.

 Nel 1436 passò ai Visconti, dopo il 1450 passò agli Sforza, poi ai Valperga e infine ai Candiani che lo tennero dal 1587 fino alla fine del diciottesimo secolo quando venne sciolto dal Codice Napoleonico,mentre il nome attuale gli viene conferito solo nella seconda metà dell’800, e precisamente, Nel 1886 divenne ufficialmente Canneto in ragione del fatto che il vino prodotto era, per tradizione noto come vino di Caneto, commercializzato in tutta Italia ed esportato anche in America,per i suoi vini generosi e spumanti.

 Da non perdere in fraz. Montuè i sotterranei e pochi ruderi rimasti del Castello Candiani costruito nel XI secolo in posizione strategica che vide sanguinose battaglie fra feudatari, Beccaria, Belcredi, Gabbi.

A testimonianza delle origini molto antiche vi è anche la Chiesa parrocchiale costruita nel XII secolo dedicata ai Santi Marcellino, Pietro ed Erasmo, dove si può ammirare lo splendido altare settecentesco in marmo, proveniente dalla chiesa di San Domenico di Cremona.

Personaggi Illustri
Nel castello soggiornò la regina Carolina d'Hannover, sposa ripudiata di Giorgio IV d’Inghilterra.

Comune di Canneto Pavese Oltrepò Pavese

 

Abitanti: 1.459 (M 711, F 748)
Altitudine: m.280
A Pavia: Km.22
CAP 27044
Prefisso Telefonico: 0385
Codice Istat: 018029
Codice Catastale: B613
Festa Patronale: 16 luglio
Denominazione Abitanti: Cannetesi
Etimologia:Il nome deriva dall'antico termine latino cannetum, canneto. La specifica indica la sua collocazione geografica.
Santo Patrono: Madonna del Carmine
Chiesa Parrochiale: Chiesa dei SS. Martiri Marcellino, Pietro ed Erasmo (XII secolo)

Il Comune di Canneto Pavese fa parte di: Comunità Montana Oltrepò Pavese e dell' Associazione Nazionale Città del Vino


Confina con: Broni, Castana, Cigognola, Montescano, Montù Beccaria, Stradella.

 

 
Questo comune oltrepadano si trova a pochi chilometri da Stradella fra,la valle Scuropasso e la Val Versa o (valle Versa) in una invidiata posizione collinare panoramica con suoi terreni fortemente declivi rigogliosamente vitate, che si estendono per circa 500 ha.
Ad altitudini comprese tra i 120 e 280 metri, la produzione è per la maggior parte D.O.C. da alcuni tempi assieme Montescano e Castana appartiene all'Associazione delle Città del Vino e si connota per una tradizione secolare nella coltivazione della vite e nella vinificazione.

I vitigni più diffusi sono a bacca rossa infatti, per le sue caratteristiche pedoclimatiche, la zona è stimata particolarmente adatta alla produzione di vini rossi di qualità: Barbera, Bonarda, Rosso Oltrepo e il pregiatissimo Buttafuoco e non da meno, il famosissimo e caratteristico Sangue di Giuda vini, che per disciplinare possono essere prodotti solo in zone vocate... Un occhio di riguardo anche agli ottimi vini bianchi prodotti con uve coltivate nelle zone più alte e soleggiate della collina.

Da non perdere l'ultima domenica di febbraio avviene la presentazione del vino nuovo, manifestazione di importanza regionale. Canneto vanta anche specialità gastronomiche tipiche:

ravioli conditi con sugo di brasato, lasagne con sugo di funghi, le cipolle ripiene di amaretti e la zuppa di ceci con le cotiche