Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l' INFORMATIVA ESTESA.

valversa.it

Benvenuti nella valle dal ritmo frizzante

itenfrdeptrues
Le località più interessanti, che si incontrano seguendo il corso del Torrente Versa
dalla sorgente alla foce, sono:

BOSNASC0 BRONI CANNETO PAVESE DONELASCO CASTANA CANEVINO GOLFERENZO MONTESCANO MONTARCO MONTU' BECCARIA MONTECALVO VERSIGGIA PORTALBERA PIZZOFREDDO

ROVESCALA SAN DAMIANO AL COLLE STRADELLA SANTA M. DELLA VERSA SORIASCO SANNAZZARO VALDAMONTE VOLPARA ZENEVREDO


VALDAMONTE

L’abitato di Valdamonte, situato alla periferia sud orientale del mariese, sorge sopra ad un podio a mezza collina esattamente come Soriasco e Donelasco.
Affinità questa da apportarsi ad antiche esigenze di natura abitativa e difensiva.
Le ricerche di superficie, altrove utilissime per riscrivere un passato non tramandato,in Valdamonte e vicinanze non hanno purtroppo portato a risultati concreti.
I moti franosi degli anni settanta e i successivi lavori di bonifica e soprattutto la fitta viticoltura sembrano aver cancellato ogni traccia di tempi antichi.
Di Valdamonte si ha quindi certezza della sua esistenza solo negli ultimi tempi del medioevo.
Nel 1510 venne a morte la Magnifica Franceschina Beccaria vedova del conte Antonio Giorgi signore di Soriasco e di altri luoghi fra cui appunto Valdamonte.
Per lascito testamentario Soriasco, Pizzofreddo e Valdamonte toccarono al figlio Belisario: correva l’anno 1518 e da questa data si riperdono le tracce storiche
dell’abitato oggetto del nostro studio.
Lo scopo per cui si decise di fondare Valdamonte non ci è stato tramandato: lo si potrebbe ritenere, quindi, come una filiazione insediativa di Soriasco finalizzata allo sfruttamento agricolo.
Tuttavia, la presenza di una torre, forse colombaia, sulla sovrastante collina e di un piccolo insediamento – Poggio da Monte – lambito dalla strada supra collinare “della Costa” ci suggeriscono di considerare un’altra possibilità.
Valdamonte potrebbe anche essere stata fondata per creare un sicuro punto di sosta e transito per i carriaggi diretti e provenienti dal Piacentino.
Nelle antiche mappe si vede infatti come il tratto stradale che tuttora unisce Valdamonte a Poggio da Monte prosegua perdendosi nel pendio collinare scavalcando la Bardonezza con direzione Vicobarone.
Questo consentirebbe di ipotizzare la fondazione di Valdamonte alla fine del XIV inizi del XV secolo, epoca in cui i possedimenti feudali dei Giorgi risultavano circondati da quelli dei Beccaria con conseguente esborso di pesanti dazi per i transiti commerciali.
Il matrimonio dinastico Giorgi-Beccaria pose fine al problema e dal 1518 la storia di Valdamonte si fonde con quella della più nota Soriasco.